[Set Up] La convergenza


Share

Con il termine “convergenza” (Toe in/out) si indica l’angolo che ogni ruota crea con l’asse longitudinale che attraversa il centro del modello.

Quando la parte anteriore della ruota (rispetto alla parte posteriore) è più vicina all’asse centrale del modello, si ha una “convergenza chiusa o positiva”. In queste condizioni, le ruote puntano in maniera convergente verso il centro del modello.

Quando la parte anteriore della ruota (rispetto alla parte posteriore) è più lontana dall’asse centrale del modello, si ha una “convergenza aperta o negativa”. In queste condizioni, le ruote puntano in maniera divergente dal centro del modello.

Quando la ruota è perfettamente parallela all’asse centrale del modello, si ha una “convergenza neutra”.

Il compito principale della convergenza è quello di dare stabilità all’automodello in rettilineo e in curva. Normalmente, tutti e tre i tipi di convergenza si possono applicare all’avantreno; mentre al retrotreno va sempre applicata la convergenza del tipo chiusa-“positiva”.

Avantreno

La convergenza chiusa “positiva” comporta:

modello più direzionale nei rettilinei
diminuzione dell’inserimento in curva
aumento del sottosterzo

La convergenza aperta “negativa” comporta:

modello meno direzionale e stabile sui rettilinei
aumento dell’inserimento in curva

 

Retrotreno

La convergenza chiusa “positiva” più marcata comporta:

aumento della stabilità nelle fasi di accelerazione, nelle uscite di curva e nelle decelerazioni con inserimento in curva
aumento dell’aderenza del retro treno
maggiore stabilità nei rettilinei
aumento del sottosterzo
se troppo accentuata, il retrotreno tenderà a frenare il modello nelle percorrenza di curva.

La convergenza chiusa “positiva” meno marcata comporta:

diminuzione della stabilità nei rettilinei
diminuzione dell’aderenza del retrotreno

Regolazione convergenza:

Share

Gettermachine

Informazioni su Gettermachine

Credo che il modellismo abbia fatto sempre parte del mio DNA, ricordo infatti che sin da piccolo avevo la passione di lavorare con degli attrezzi, costruire oggetti, aprire giocattoli per verificare come fossero fatti al loro interno e per capirne il loro funzionamento. A consacrare questa mia passione fu una macchinina radiocomandata con motore a miscela che mi fu regalata per il mio decimo compleanno nel lontano 1986. Negli anni, questa mia passione si è sempre più consolidata fino ad abbracciare diversi settori modellistici e collezionistici, gokin, A/F, prop repliche, busti, auro r/c etc. Dal 1991 sono sulla rete come vortice11 e gettermachine, e dal 2006 ho dato vita al forum MetalRobot e ai siti gokin.it, metalrobot.it e onroadrc.it!